Missione Cattolica Italiana, Darmstadt

Festa di Prima Comunione

St. Elisabeth

Darmstadt 6 Maggio 2001

 
 

 

 

 

 

 

 

 


Canto di Ingresso: Oggi Ti Chiamo

Oggi ti chiamo alla vita, ti invito a seguirmi, a venire con me. Apri i tuoi occhi, il tuo cuore, dimentica tutto e segui me.Non avere più paura di lasciare quel che hai: il senso vero della vita troverai.

Rit. Seguirò la Tua Parola mio Signore io verrò con la mano nella Tua sempre io camminerò dammi oggi la Tua forza ed il Tuo amore. Canterò canzoni nuove canterò felicità ed il fuoco del Tuo amore nel mio mondo porterò canterò che solo Tu sei libertà.

Oggi ti chiamo all’ amore, ti invito a seguirmi, a stare con me. Apri le porte del cuore, allarga i confini del dono di te. Accogli tutti nella pace  con fiducia e verità: l’ amore vero ti darà la libertà. Rit.

Oggi ti chiamo alla gioia, ti invito a seguirmi, a venire con me. Sai quanto vale un sorriso: può dare speranza a chi non ne ha. La gioia è segno della vita  che rinasce dentro te e annuncia ad ogni uomo pace e libertà. Rit.

 

C- : Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

A -   Amen.

C -  L'amore di Dio nostro Padre e del Signore nostro Gesù Cristo sia con tutti voi.

A -  E con il tuo spirito.

C -   Carissimi siamo qui tutti insieme invitati dal Signore. Vogliamo parlargli di tutto ciò che facciamo, perché il Signore, con le sue parole, ci dica cosa ne pensa e con il dono del pane della vita ci dia forza per fare quello che ci insegna. Prima però dobbiamo chiedere perdono a Gesù dei nostri peccati per avere il cuore più pronto e generoso.

C - Perdonaci, Signore, nostro amico, se abbiamo pensato solo a noi stessi, senza ricordarci delle tue parole.

A -         Cristo  pietà.

C - Perdonaci, Gesù, nostro fratello, se a volte noi non siamo stati pronti a perdonare e a fare pace.

A -          Cristo pietà.    

C- Perdonaci, Signore, nostro maestro, se ci siamo vergognati di dire o di fare come tu ci hai insegnato.

A -            Cristo pietà.

C - Cristo, che vuoi i fanciulli accanto a te, abbi pietà di noi.

A -            Cristo pietà.

C - Signore, che fai di noi una sola famiglia, abbi pietà di noi.

A -           Cristo pietà.

C -     Dio, Padre buono, che ci perdona sempre quando siamo pentiti di vero cuore, abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

A -            Amen.

Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo: Gesù Cristo con lo Spirito santo nella gloria di Dio Padre. Amen.

C - Preghiamo

O Dio, che per portare a compimento in questi tuoi figli il mistero della salvezza e la partecipazione alla Chiesa li chiami per la prima volta alla tua mensa, concedi loro di vivere sempre la comunione di grazia con Cristo e di essere membra vive del suo mistico corpo. Per Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore che vive e regna nei secoli dei secoli.

A -       Amen.

 

PRIMA LETTURA

Dal Libro del Profeta Isaia (49,14-16)

Sion ha detto: "Il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato". Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai. Ecco, ti ho disegnato sulle palme delle mie mani, le tue mura sono sempre davanti a me.

Parola di Dio                                                     A. Rendiamo grazie a Dio

 

SALMO RESPONSORIALE

Rit. Il Tuo amore, Signore Gesù raggiunge l' umanità, in un pezzetto di pane, in un sorso di vino ti fai vita per noi.

Cosa renderò a Te Signore, per quanto mi hai donato? Alzerò il calice della salvezza e invocherò il Tuo nome. Rit.

E' preziosa agli occhi del Signore la morte dei fedeli. Sono il Tuo servo e Tu solo hai spezzato queste mie catene Rit.

La mia lode a Te offrirò Signore e invocherò il Tuo nome, nel Signore compirò tutti i miei voti in mezzo ai miei fratelli.

Anche noi, Signore Gesù, che ci nutriamo di Te siamo pezzetti di pane siamo sorsi di vino per la fraternità.

 

SECONDA LETTURA

Dalla Prima Lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (11,23-26)

Fratelli, io, ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: "Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me". Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: "Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me". Ogni volta infatti che mangiate di questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore finché egli venga.

Parola di Dio                                                     A. Rendiamo grazie a Dio

 

Canto al Vangelo:

Alleluia Alleluia Alleluia, Alleluia Alleluia,

Alleluia, Alleluia Alleluia, Alleluia Alleluia

Io sono il Pane vivo disceso dal cielo, dice il Signore, chi mangia di questo Pane vivra’ in eterno.

 

VANGELO

Dal Vangelo secondo Luca (24, 13-35)

Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Èmmaus, e conversavano di tutto quello che era accaduto. Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. Ed egli disse loro: "Che sono questi discorsi che state facendo fra voi durante il cammino?". Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Clèopa, gli disse: "Tu solo sei così forestiero in Gerusalemme da non sapere ciò che vi è accaduto in questi giorni?". Domandò: "Che cosa?". Gli risposero: "Tutto ciò che riguarda Gesù Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e poi l'hanno crocifisso. Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele; con tutto ciò son passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; recatesi al mattino al sepolcro e non avendo trovato il suo corpo, son venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati al sepolcro e hanno trovato come avevan detto le donne, ma lui non l'hanno visto". Ed egli disse loro: "Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?". E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furon vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: "Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino". Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi si dissero l'un l'altro: "Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?". E partirono senz'indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: "Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone". Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

Parola del Signore.                                             A. Lode a Te o Cristo

 

Rinnovazione delle Promesse Battesimali

C-: Carissimi fanciulli, i vostri genitori nel giorno del vostro battesimo vi presentarono al Signore; oggi vi accompagnano al primo incontro con Gesù, nell’Eucaristia. Essi quel giorno, fecero per voi delle promesse al Signore. Oggi le rinnovate voi personalmente Volete seguire Gesù nella vostra vita E tenervi lontani da satana, origine e causa di ogni peccato?

F -  Si, lo voglio!

C - Credete in Dio Padre che ci ha creati, ci ama e ci vuole felici per sempre con lui?

F - Credo.

C - Credete in Gesù Cristo, Figlio di Dio, morto e risorto per noi, presente nel segno del pane e del vino nell’Eucaristia che oggi ricevete ?

F - Credo.

C - Credete nello Spirito Santo, che ci da la forza ed il coraggio per vivere nella dignità di figli di Dio ?

F - Credo.

C - Credete nella santa Chiesa cattolica, costituita da Gesù, come famiglia di Dio, nella comunione dei santi, con il perdono dei peccati per risorgere nella vita eterna ?

F - Credo.

C- Questa è la nostra fede. Questa è la fede della Chiesa. E noi ci gloriamo di professarla, in Cristo Gesù nostro Signore.

A - Amen.

 

Preghiere dei Fedeli

C -       A Dio, che è nostro Padre, e che in Gesù ci ha rivelato il suo amore per l'umanità rivolgiamo con umiltà e fiducia le nostre invocazioni alle quali risponderemo dicendo:

Riimani con noi, Signore

 

§        Signore ti ringraziamo per essere arrivati finalmente al giorno della nostra Prima Comunione. Grazie per la possibilita’che ci dai di ricevere l’Eucarestia, dono attraverso il quale si rinnova il sacrificio che Tu hai fatto per noi. Ti preghiamo anche affinche’, col passare degli anni, l’Eucarestia che Tu ci doni non diventi un’abitudine ma abbia sempre il sapore della “Prima Volta”. Per questo ti preghiamo:

§        Preghiamo per i tutti i catechisti, affinche’continuino ad insegnare tantissime cose riguardanti Gesu’e la vita. Il Signore continui a chiamare tanti bambini attraverso le loro parole. Per questo Ti preghiamo:

§        Gesu’ oggi e’un giorno importante per me: io non so dirti tutto quello che ho nel cuore, ma so che tu conosci tutto quello che sento. In questo momento Ti voglio pregare per mia mamma e mio papa’e per tutti i genitori, affinche’siano sempre in salute, continuino a volersi sempre bene e siano uniti. Per questo Ti preghiamo:

·        Gesu’ aiuta tutti i bambini del mondo che stanno soffrendo a causa di malattie infettive, tutti quelli che non hanno da mangiare e che stanno morendo di fame e tutti quelli che vivono in paesi martoriati dalla guerra e che, proprio per colpa della guerra, sono rimasti senza genitori. Per questo Ti preghiamo:

§        Signore, Ti preghiamo per la Missione e per tutte le attivita’ che essa porta avanti, sia quelle che servono a migliorare spiritualmente la vita degli uomini che quelle che aiutano materialmente i piu’ deboli. Per questo Ti preghiamo:

§        Affinche’ i nostri figli qui riuniti, siano consapevoli del grande dono d’amore che stanno per ricevere e s’impegnino ad essere d’esempio nella loro vita religiosa ed umana, per il riscatto morale delle nostre citta’ e per quelle martoriate del mondo. Per questo Ti preghiamo:

C -       Proteggi, o Dio, con mano paterna questi tuoi figli che chiami a nutrirsi con il tuo Pane di vita; per la forza salutare di questi misteri siano preservati dal male e diventino davanti a tutti testimoni generosi di Cristo Signore, che vive e regna nei secoli dei secoli.

A-        Amen.

 

Canto di Offertorio: Lui

Rit. Lui mi ha detto sempre, dammi la mano, cammina insieme a me. Lui mi ha detto sempre: "Alza il tuo sguardo verso di me, e sorridi sempre ai tuoi fratelli han bisogno di te".

Ecco la mia mano Signore, alzerò il mio sguardo all'amore, ai fratelli donerò, il sorriso del mio cuore.Questo per un mondo migliore senza fame né dolore, questo per un mondo migliore senza guerre né catene. Rit.

Brucerò l'odio nel cuore, per riempir la vita d'amore, pace e serenità in ognuno ci sarà. Io non sarò solo, per questa strada amici troverò. E insieme a loro canterò sempre le lodi del Signore. A Lui sorridi sempre sorridi sempre, con te sarà. Rit.

 

Preghiera sulle Offerte

C -       O Dio, che in questa celebrazione ci rendi partecipi del sacrificio che salva, dona a questi tuoi figli di crescere nell’intelligenza operosa dell’amore di Cristo, che si è immolato per la redenzione del mondo, e vive e regna nei secoli dei secoli.

A -       Amen.

C -        Il Signore sia con voi.

A -       E con il tuo spirito.

C -        In alto i nostri cuori

A -       Sono rivolti al Signore.

C -        Rendiamo grazie al Signore nostro Dio.

A -       E’ cosa buona e giusta.

C -          E’ veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo, a te, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.

Oggi il Signore Gesù, Pane vivo disceso dal cielo, amabilmente invita questi fanciulli al gioioso banchetto della sua pasqua perchè si allietino della piena comunione ai divini misteri.

Partecipando con pienezza al sacrificio di Cristo, oggi ricevono il dono di una vita più intimamente unita alla sua e, resi a lui conformi nell’animo, manifestano al mondo il prodigio mirabile della Chiesa.

Riconoscenti e gioiosi per questo tuo dono, associano la nostra voce al canto degli angeli e dei santi che senza fine proclamano la tua lode:

Santo

Rit. Osanna eh osanna eh Osanna a Cristo Signor (2 v.)

Santo Santo Osanna Santo Santo Osanna . Rit.

I cieli e la terra o Signore Sono pieni di Te I cieli e la terra o Signore Sono pieni di Te.  Rit.

Benedetto colui che viene Nel nome Tuo Signor Benedetto colui che viene Nel nome Tuo Signor. Rit.

 

 

 

 

 

 

 

Canto di Comunione: Camminerò

Mi hai chiamato dal nulla, Signore, e mi hai dato il dono della vita. Tu mi hai preso e mi ha messo per strada e mi hai detto di camminar. Verso un mondo che non ha confini, no, verso mete da raggiungere, oramai. Verso il Regno dell'amore che e' sempre un po' più in la'. Rit.

Rit. Camminerò senza stancarmi e volerò sui monti più alti e troverò la forza di andare sempre più avanti. Si, io camminerò, camminerò, con Te vicino io non cadrò e camminerò, camminerò.

In ogni istante ti sento vicino Tu dai senso alle cose che faccio. La Tua luce mi indica la strada. e mi invita a camminar. Verso un mondo che non ha confini, no, verso mete da raggiungere, oramai. Verso il Regno

dell'amore che e' sempre un po' più in la'. Rit

 

C -        Preghiamo.

Il mistero del Pane di vita e del Calice di salvezza, segno e primizia della giovinezza eterna che ci attende nel regno, ci doni di servirti, o Dio, con animo forte e ci rinnovi nello spirito. Per Cristo nostro Signore.

A -       Amen.

C – Il Signore sia con voi

A - E con il tuo Spirito

C – Nel giorno in cui Cristo è asceso alla gloria e vi ha aperto la via del cielo, Dio vi riempia della sua benedizione.

A- Amen

C – Voi che oggi riconoscete che Cristo è il Signore nella gloria del Padre, possiate sperimentare la sua presenza in mezzo a voi fino alla fine dei secoli.

A – Amen

C - Cristo, che dopo la sua resurrezione, apparve visibilmente ai suoi discepoli, si mostri a voi giudice misericordioso e vi conduca all’eredità eterna.

A – Amen

C – E la benedizione di Dio Onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo, discenda su di voi, e con voi rimanga sempre.

A - Amen

D – La messa è finita, andate in pace-

A – Rendiamo grazie a Dio

“Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno. Chi mangia la mia Carne e beve il mio Sangue ha la vita eterna. . . dimora in me e io in lui”

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 


Canto Finale: Io sarò con Te

Rit. Io sarò con te, accompagnerò i tuoi passi strade di speranza nel deserto aprirò; non sarai mai solo sulle strade della vita và e non temere acqua viva ti darò.

Ti sei fatto per me Pane mi hai donato libertà, Tu mi chiami a camminare sulla strada dell' amore; ma son deboli i miei passi per seguirti, mio Signore, sono giovane, ho paura dentro il cuore. Rit.

Tu mi avvolgi col tuo amore e mi doni la tua vita Tu mi inviti a partire e con gioia te servire, ma son deboli i miei passi per seguirti, mio Signore, sono giovane, ho paura dentro il cuore. Rit.

Tu mi guardi nel profondo e conosci il mio cuore Tu mi chiami ad esser servo testimone dell' amore, ma son deboli i miei passi per seguirti, mio Signore, sono giovane,  ho paura dentro il cuore. Rit.